15 Maggio 2017

Regolamento

CASA DI RIPOSO ANDREA FIORINI – ONLUS
Regolamento interno

 

Il presente regolamento disciplina l’attività della RSA “A. Fiorini” – Onlus.

 

Art. 1   Destinatari

La RSA offre i propri servizi alle persone anziane, la cui disabilità è tale da rendere impensabile o inadeguata una corretta assistenza al loro domicilio. Il bisogno che costringe a richiedere l’accoglienza presso la RSA può manifestarsi come bisogno sociale, assistenziale o sanitario ed è una scelta che, di norma, non ha alternative possibili sul territorio. Tale scelta, tuttavia, non deve mai intendersi come decisione definitiva ed immodificabile, rimanendo aperta la libertà di rientrare al proprio domicilio.

 

Art. 2    Modalità di accesso

L’ammissione alla RSA della persona anziana risultata idonea dovrà avvenire nei due giorni successivi all’accettazione.

Del procedimento di ammissione è competente l’Ufficio Amministrativo e consiste nella sottoscrizione del modulo di ammissione da parte di una persona, anche al di fuori dell’asse parentale, che dichiara di assumere l’obbligazione, per tutto il periodo di ospitalità, di sostenere gli oneri per conto del soggetto che ne fa richiesta.

Il modulo, debitamente compilato, deve essere corredato dai seguenti documenti:

–          tessera sanitaria

–          esenzione ticket

–          fotocopia carta d’identità

–          eventuale attestato di riconoscimento dell’accompagnamento o dell’invalità civile

–          delega firme

–          consenso per il trattamento dei dati personali

Per ogni ospite viene redatto un fascicolo che fornisce un quadro abbastanza completo sia dal punto di vista sociale che sanitario. I dati contenuti in tale fascicolo sono riservati ed il loro utilizzo è limitato al personale autorizzato, vincolato dal segreto professionale.

 

Art. 3   Retta di degenza

La retta giornaliera è deliberata annualmente dal Consiglio di Amministrazione. Le persone che si impegnano al pagamento della retta sono tenute a sottoscrivere, al momento dell’ingresso, una regolare impegnativa di pagamento per le rette, che devono essere versate anticipatamente entro il giorno 10 del mese; entro lo stesso termine egli è tenuto a saldare le spese extra dallo stesso effettuate. Detto importo deve essere versato sul c/c postale o bancario dell’Ente.  Per gli ospiti assistiti a carico di Comuni e di altri Enti pubblici, l’impegnativa di pagamento per le rette dovrà essere trasmessa direttamente da questi ultimi.

Sono soggetti a pagamento sia il giorno dell’ingresso che il giorno della dimissione (indipendentemente dall’orario di arrivo o di uscita).

La retta comprende le seguenti prestazioni:

–          alloggio

–          vitto

–          pulizia

–          assistenza medica

–          assistenza infermieristica

–          fisioterapia

–          fornitura farmaci e materiale sanitario in genere

–          ausili per la deambulazione

–          ausili per l’incontinenza

–          attività di animazione

–          parrucchiere (taglio e piega una volta al mese)

–          barbiere

–          callista

–          lavanderia

La retta non comprende: trasporto per visite e consulti esterni, visite specialistiche, dotazione di biancheria personale ed abiti.

 

Art. 4   Modalità di conservazione del posto

Il posto viene sempre e comunque conservato all’ospite che si dovesse allontanare sia a causa di ricovero ospedaliero, che per soggiorno marino, che per limitato rientro al nucleo familiare.

All’ospite, durante il periodo di assenza, viene garantito il mantenimento dello stesso posto-letto.

Per assenze fino a 15 giorni, nulla sarà rimborsato; dal 16° giorno in poi verrà applicato uno sconto giornaliero di € 10,00.

 

Art. 5   Visite parenti

Gli orari di visita agli ospiti sono i seguenti:

–          dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 11.00 e dalle 14.00 alle 20.00

–          sabato e domenica ininterrottamente dalle ore 8.00 alle ore 20.00 (escluso l’orario dei pasti)

Nel caso di necessità è consentito l’ingresso, se concordato preventivamente con la Direzione o con persona delegata a tale scopo, anche durante gli orari di chiusura.

I visitatori devono intrattenersi negli spazi comuni di ogni piano oppure nel locale bar situato nel piano interrato; in caso di visita ad ospiti allettati nella stanza possono entrare al massimo due persone per volta, per non più di mezz’ora.

I visitatori sono pregati di:

–          NON entrare nelle stanze di ospiti non parenti;

–          NON entrare nelle stanze in mancanza della persona cui si intende far visita;

–          NON entrare nei locali di servizio;

–          NON fumare;

–          NON sostituirsi al personale in qualsivoglia operazione di assistenza (cambio del pannolone, cambio di abiti, alimentazione,…);

–          NON far alzare dal letto ospiti allettati o togliere eventuali mezzi di contenzione senza avvisare preventivamente il personale in servizio;

–          NON allontanare dalla casa gli ospiti senza preavvisare il personale in servizio;

–          NON portare agli ospiti medicinali o medicamenti di alcun genere;

–          NON portare animali nella Struttura.

 

Art. 6   Assegnazione posto letto

Il posto letto viene assegnato dal Direttore Sanitario e dall’amministrazione dell’ente in base alle necessità terapeutiche dell’ospite. Durante il soggiorno, pertanto, per bisogni assistenziali, agli ospiti potrà essere assegnato un posto letto diverso da quello indicato al momento dell’ammissione. La decisione in merito è di competenza esclusiva del Direttore Sanitario dell’ente.

 

Art. 7   Uso della camera

La camera potrà essere, in parte, arredata con suppellettili, quadri di proprietà dell’ospite, previa autorizzazione della Direzione.

L’ospite ha l’obbligo di:

–          mantenere in buono stato la camera, non danneggiando gli impianti e le apparecchiature che vi si trovano installate, adeguandosi alle richieste della Direzione al fine di garantire la perfetta utilizzazione

–          segnalare l’eventuale cattivo funzionamento degli impianti e delle apparecchiature della camera

In ogni camera è consentito l’uso di apparecchi audiovisivi che potranno essere collegati ad antenna centralizzata.

Agli ospiti è vietato:

–          lavare indumenti nel bagno della camera;

–          stendere capi di biancheria alla finestra o nei locali comuni;

–          porre vasi di fiori od altri oggetti sui davanzali senza l’autorizzazione espressa della Direzione;

–          utilizzare apparecchi rumorosi che possano arrecare disturbo agli altri ospiti;

–          installare apparecchi di riscaldamento, di cottura o refrigerazione di qualsiasi genere;

–          tenere in camera cibi deteriorabili od olezzanti

–          è vietato fumare in camera

–          è vietato ospitare nella camera, nelle ore notturne, persone estranee qualunque sia il legame di parentela ed amicizia con l’ospite: eventuali eccezioni alla presente disposizione devono essere autorizzate espressamente dalla Direzione

Art. 8   Vitto

Il pranzo viene servito alle ore 11.30, la cena alle ore 18.00. L’orario è suscettibile di piccole variazioni stagionali. Cibi e bevande sono controllati dalla direzione sanitaria. Ad ogni ospite viene assegnata la dieta più confacente alle sue necessità terapeutiche. Si sconsiglia caldamente pertanto di portare vivande dall’esterno senza

informarne il personale infermieristico. Durante i pasti, nei locali in cui si mangia, non è consentita la presenza di estranei, tranne quanti autorizzati dalla Direzione.

Gli ospiti che intendono assentarsi occasionalmente per uno o più pasti devono informarne il personale almeno il giorno prima. I pasti non consumati non danno titolo ad alcun rimborso.

Nell’ipotesi in cui il Direttore Sanitario reputi necessaria la permanenza a letto dell’ospite, i pasti verranno serviti in camera.  In casi particolari, la Direzione della Struttura potrà autorizzare, anche in assenza di malattia, il servizio in camera.

 

Art. 9   Responsabilità

La RSA non assume alcuna responsabilità per i valori custoditi nelle camere e nei mobili di ogni ospite. Per evitare spiacevoli situazioni, si invitano gli ospiti a tenere con sé solo una piccola somma di denaro; un eventuale modico deposito per spese personali urgenti può essere lasciato in segreteria.

 

Art. 10   Servizio religioso

Ogni giorno alle ore 16.00 (la domenica ore 16.30) nella Cappella della RSA viene celebrata la Santa Messa, si pregano, quindi, gli ospiti e visitatori di non disturbare la celebrazione. L’assistenza religiosa viene assicurata dai sacerdoti della parrocchia, le confessioni si effettuano periodicamente a richiesta dell’interessato.

 

Art. 11   Servizio biancheria e lavanderia

Ogni ospite deve munirsi di biancheria personale (almeno otto cambi), adatti alla stagione ed in quantità che possano convenientemente essere contenute nell’armadio personale. Tutti gli indumenti vanno periodicamente controllati dai familiari e sostituiti in caso di usura. Ad ogni cambio di stagione è indispensabile che i familiari forniscano all’ospite indumenti adatti.

Ogni capo di vestiario (comprese calze, fazzoletti e tutti gli indumenti portati successivamente all’ammissione) va contrassegnato con il numero indicato dalla direzione; in mancanza di tale contrassegno gli indumenti saranno tenuti in lavanderia. Si raccomanda in proposito di fornire unicamente capi che possono essere lavati in lavatrice: si declina ogni responsabilità per l’eventuale danneggiamento di capi delicati.

È data la possibilità all’ospite di non affidare  a detto servizio la propria biancheria personale. In tal caso l’ospite dovrà curare personalmente ad affidarla ai familiari ovvero a far ricorso a servizi esterni. Per il non utilizzo del servizio l’ospite non ha diritto ad alcuna riduzione della retta.

Asciugamani, biancheria da letto e da tavola vengono forniti direttamente dall’ente.

 

Art. 12   Camera mortuaria

Nulla è dovuto per l’utilizzo della camera mortuaria. Per l’utilizzo vedere il rispettivo regolamento.

 

Art. 13   Termine del rapporto

Il rapporto inizia con l’ammissione e termina nei seguenti casi:

–          per decesso dell’ospite. Il corrispettivo della retta dal giorno successivo al decesso a fine mese viene rimborsato. Il parente o la persona delegata dovranno provvedere al ritiro di tutti gli effetti personali nel più breve tempo possibile

–          per disdetta dell’ospite con preavviso di almeno tre giorni escluso il giorno della comunicazione

–          per allontanamento dell’ospite da parte della RSA  a causa di gravi motivi quali:

–  condotta gravemente incompatibile con la vita comunitaria

– ripetute infrazioni alle regole stabilite per la permanenza nella RSA

–  morosità nel pagamento della retta e dei servizi

–  in ogni altro caso previsto dalla legge

 

 

Art. 14   Riferimenti normativi

Per tutto quanto qui non espressamente previsto è fatto riferimento alla normativa in vigore in campo socio-sanitario e civilistico.

 

Art. 15   Applicazione delle norme regolamentari

Gli ospiti, i loro parenti e l’obbligato sono tenuti al rigoroso rispetto delle norme del presente regolamento.

Copia di detto disciplinare viene consegnato a ciascun ospite all’atto dell’ingresso.

Le disposizioni regolamentari sono soggette a modifiche, integrazioni e rettifiche, in applicazione di nuove disposizioni di legge, che dovessero intervenire successivamente all’adozione del disciplinare in argomento.

 

 

Il  Presidente